IVA agevolata e detrazione IRPEF

1 Costruzione PRIMA CASA o AMPLIAMENTO di casa non di lusso / Fabbricato rurale ad uso abitativo (se ricorrono le condizioni previste da art.9 D.L. 557/93)

Iva al 4% sui beni finiti
come cabine docce e vasche, cassette di scarico per il wc, sanitari, rubinetterie e raccordi
Iva al 22% sugli altri beni
come pavimenti e rivestimenti, collanti, accessori bagno e mobili (per i mobili c'è la possibilità di recupero IRPEF, vedi il punto 5)

Come beneficiarne

  • Copia Carta identità
  • Copia Codice Fiscale o tessera Sanitaria in corso di validità
  • Autocertificazione per Iva al 4% (clicca qui per scaricare)  e Autocertificazione per Iva al 10% (clicca qui per scaricare)
  • Copia C.E. o DIA o SCIA o CIL in corso di validità
  • Inviare la documentazione a info@bagnolandia.it
  • Il pagamento può essere effettuato tramite, bonifico bancario, paypal, carta di credito e contrassegno
    se si vuole beneficiare della detrazione IRPEF il pagamento deve essere effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario

Detrazione IRPEF 50%

La detrazione fiscale delle spese per interventi di ristrutturazione edilizia è disciplinata dall’art. 16 -bis del Dpr 917/86. Dal 1° gennaio 2012 l’agevolazione è stata resa permanente dal decreto legge n. 201/2011 e inserita tra gli oneri detraibili dall’Irpef. La detrazione è pari al 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare.
Tuttavia, il decreto legge n. 83/2012 ha elevato al 50% la misura della detrazione e a 96.000 euro l’importo massimo di spesa ammessa al beneficio, valevole per le spese effettuate fino al 31 dicembre 2015 attraverso la legge di stabilità 2015 (legge n. 190 del 23 dicembre 2014).

Chi può fruire dell’agevolazione

  • I proprietari degli immobili
  • I titolari di diritti reali di godimento (uso, usufrutto ecc.)
  • I locatari/affittuari degli immobili oggetto degli interventi.
  • I familiari, in particolare il coniuge, dei soggetti sopra elencati.

 

2 Restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione
Per Ristrutturazioni ai fini IVA si intendono solo quelle corrispondenti alle definizioni dell’art.31 legge 457/78 lettere c),d)

Iva al 10% sui beni finiti
come cabine docce e vasche, cassette di scarico per il wc, sanitari, rubinetterie e raccordi
Iva al 22% sugli altri beni
come pavimenti e rivestimenti, collanti, accessori bagno e mobili
(per i mobili c'è la possibilità di recupero IRPEF, vedi il punto 5)

Come beneficiarne

  • Copia Carta identità
  • Copia Codice Fiscale o tessera Sanitaria in corso di validità
  • Autocertificazione per Iva al 4% (clicca qui per scaricare)  e Autocertificazione per Iva al 10% (clicca qui per scaricare)
  • Copia C.E. o DIA o SCIA o CIL in corso di validità
  • Inviare la documentazione a info@bagnolandia.it
  • Il pagamento può essere effettuato tramite, bonifico bancario, paypal, carta di credito e contrassegno
    se si vuole beneficiare della detrazione IRPEF il pagamento deve essere effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario

Detrazione IRPEF 50%

La detrazione fiscale delle spese per interventi di ristrutturazione edilizia è disciplinata dall’art. 16 -bis del Dpr 917/86. Dal 1° gennaio 2012 l’agevolazione è stata resa permanente dal decreto legge n. 201/2011 e inserita tra gli oneri detraibili dall’Irpef. La detrazione è pari al 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare.
Tuttavia, il decreto legge n. 83/2012 ha elevato al 50% la misura della detrazione e a 96.000 euro l’importo massimo di spesa ammessa al beneficio, valevole per le spese effettuate fino al 31 dicembre 2015 attraverso la legge di stabilità 2015 (legge n. 190 del 23 dicembre 2014).

Chi può fruire dell’agevolazione

  • I proprietari degli immobili
  • I titolari di diritti reali di godimento (uso, usufrutto ecc.)
  • I locatari/affittuari degli immobili oggetto degli interventi.
  • I familiari, in particolare il coniuge, dei soggetti sopra elencati.

 

3 Manutenzione straordinaria
Per manutenzione ai fini IVA si intendono solo quelle corrispondenti alle definizioni dell’art.31 legge 457/78 lettera b)

Iva al 10% sui beni finiti / altri materiali
È possibile la riduzione solo per i beni con prestazione d’opera, relativi a contratti d’appalto.
Per info contattare assistenza@bagnolandia.it
Iva al 22% su tutti i beni
(per i mobili c'è la possibilità di recupero IRPEF, vedi il punto 5)

Come beneficiarne

Bagnolandia consiglia che i beni vengano acquistati direttamente dal prestatore dei servizi di manutenzione straordinaria, il quale provvederà a fatturarli al committente in modo unico insieme ai servizi prestati.

  • Il pagamento può essere effettuato tramite, bonifico bancario, paypal, carta di credito e contrassegno
    se si vuole beneficiare della detrazione IRPEF il pagamento deve essere effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario

Detrazione IRPEF 50%

La detrazione fiscale delle spese per interventi di ristrutturazione edilizia è disciplinata dall’art. 16 -bis del Dpr 917/86. Dal 1° gennaio 2012 l’agevolazione è stata resa permanente dal decreto legge n. 201/2011 e inserita tra gli oneri detraibili dall’Irpef. La detrazione è pari al 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare.
Tuttavia, il decreto legge n. 83/2012 ha elevato al 50% la misura della detrazione e a 96.000 euro l’importo massimo di spesa ammessa al beneficio, valevole per le spese effettuate fino al 31 dicembre 2015 attraverso la legge di stabilità 2015 (legge n. 190 del 23 dicembre 2014).

Chi può fruire dell’agevolazione

  • I proprietari degli immobili
  • I titolari di diritti reali di godimento (uso, usufrutto ecc.)
  • I locatari/affittuari degli immobili oggetto degli interventi.
  • I familiari, in particolare il coniuge, dei soggetti sopra elencati.

 

4 Agevolazioni per disabili
Per manutenzione ai fini IVA si intendono solo quelle corrispondenti alle definizioni dell’art.31 legge 457/78 lettera b)

Iva al 4% su ausili relativi a menomazioni funzionali permanenti

Chi può fruire dell’agevolazione

Sono previste agevolazioni di iva al 4% per le persone disabili che acquistano prodotti e mezzi di ausilio, sotto prescrizione medico-specialistica della ASL e con riconoscimento della legge 104, a condizione che il prodotto sia necessario per migliorare o garantire l’autonomia personale.

Come beneficiarne

  • Copia Carta identità
  • Copia Codice Fiscale o tessera Sanitaria in corso di validità
  • Autocertificazione per Iva al 4% (clicca qui per scaricare)  e Autocertificazione per Iva al 10% (clicca qui per scaricare)
  • Copia C.E. o DIA o SCIA o CIL in corso di validità
  • Inviare la documentazione a info@bagnolandia.it
  • Il pagamento può essere effettuato tramite, bonifico bancario, paypal, carta di credito e contrassegno
    se si vuole beneficiare della detrazione IRPEF il pagamento deve essere effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario

 

5 Detrazioni per mobili

Il decreto legge n.63/2013 ha introdotto un'ulteriore detrazione del 50% per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe no inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all'arredo di immobili oggetto di ristrutturazione. Il principale presupposto per avere la detrazione è l'effettuazione di un intervento di recupero del patrimonio edilizio.
Con la circolare n. 29/E del 18 settembre 2013 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito le regole per poter usufruire della detrazione. Il pagamento deve essere effettuato solo tramite bonifico bancario o postale attraverso gli appositi moduli (o online se la vostra banca web prevede questo tipo di pagamento).